Camminare fa bene al mal di schiena?

Nella mia ormai ventennale carriera di chiropratico, mi sono state rivolte le più disparate domande e chiesti innumerevoli consigli per i più svariati problemi di salute.

Tra i quesiti più ricorrenti c’è sicuramente la seguente domanda:

Ma camminare fa bene al mal di schiena?

La risposta è tutt’altro che semplice e se avrete la pazienza di leggere il resto dell’articolo, capirete perché.

Innanzitutto dobbiamo analizzare la domanda e concordare su cosa intendiamo per “bene”.

Se per bene intendiamo: la semplice diminuzione del dolore alla schiena, vi darò una risposta che potrebbe essere opposta se per “bene” intendessimo il miglioramento della funzionalità della colonna.

Se prendiamo il dolore come unico parametro di misurazione ecco che, come molti di voi sapranno, camminare non aiuta specialmente se affetti da un dolore acuto, al contrario il riposo a letto viene spesso prescritto dal medico curante per cercare di diminuire la sintomatologia. Questo approccio offre solo un palliativo, un rimedio momentaneo che come le più recenti ricerche dimostrano è inutile nel risolvere il problema. Per la carità è efficacissimo nel diminuire il dolore ma… alla lunga non paga.

Discorso totalmente diverso se per “bene” intendessimo qualcosa di più simile alla seconda affermazione. In questo caso piccole passeggiate e movimenti blandi anche nella fase acuta sono la strada da seguire. Come testimoniano gli studi oggi in nostro possesso.

Se poi vogliamo fare un ulteriore passo in avanti e considerare se camminare sia utile o meno per la nostra salute, beh… la risposta è ovvia!

La maggior parte dei clienti di un qualunque chiropratico sa che prendersi cura del proprio corpo, fare esercizio fisico, curare l’alimentazione sono delle componenti fondamentali per migliorare e mantenersi in salute.

Farsi controllare e al bisogno aggiustare regolarmente è fondamentale per mantenere la colonna vertebrale flessibile e il sistema nervoso efficiente, ma come dico sempre a tutti i miei clienti: Se gli asini che tirano il carretto sono due, si fa molta più strada!

Con questa “simpatica” affermazione voglio far capire loro che il mio compito è quello di rimuovere eventuali sublussazioni dalla loro colonna e consigliarli su uno stile di vita salutare, il loro è quello di rispettare gli appuntamenti ed adottare almeno in parte i consigli dati.

Ora vedremo insieme alcuni benefici che una semplice passeggiata quotidiana di 1/2 ora può dare.

  1. Migliore mobilità e flessibilità

Uno dei più grandi problemi che la gente tende ad avere con la schiena è che la muscolatura si irrigidisce

e spesso da origine a dolori e fastidi. Se sentite delle contratture o doloretti ai muscoli della vostra colonna, camminare è un modo semplice e estremamente efficace per migliorare la circolazione e la mobilità della schiena. Così facendo aumenterete flessibilità e mobilità della vostra colonna e spesso anche piccoli fastidi potranno scomparire. Se inizierete a camminare regolarmente vedrete come le cose cambieranno in pochissimo tempo.

  1. Sollievo dal mal di schiena

Camminare non solo è un ottimo esercizio cardio-vascolare e porta degli indubbi benefici al cuore, le ricerche hanno evidenziato che anche la schiena ne trae giovamento. Le passeggiate sono uno dei consigli forniti dall’A.C.A., Associazione Chiropratica Americana, per cercare di aiutare il mal di schiena. Si tratta di un esercizio a basso impatto che non solo aiuta a bruciare più calorie ma favorisce anche il rilascio di endorfine, ormoni secreti naturalmente dal nostro corpo che hanno un effetto rilassante e aiutano nella gestione del dolore. Come risultato: meno fastidio e dolore nell’arco della giornata.

  1. Miglior circolazione sanguigna

Camminando si migliora la circolazione sanguigna in tutto il corp. Il sangue circola con più facilità non solo verso gli organi interni (intestino, cuore, fegato,reni…) ma arriva meglio anche alla colonna vertebrale ed alla sua muscolatura. Questo favorisce l’eliminazione di tutte quelle eventuali tossine che si sono insediate nei muscoli e nelle altre strutture molli della colonna. Inoltre, se si mantiene questa sana abitudine, si ottiene anche una diminuzione della pressione sanguigna e del battito cardiaco che ci permetterà, volendo, di cimentarci in esercizi e pratiche sportive più impegnative.

  1. Aiuta a tenere il peso sotto controllo

Essere sovrappeso od obeso ha innumerevoli effetti nocivi per la salute. Può essere causa o per lo meno contribuire all’insorgere del mal di schiena. Non solo, esiste una folta letteratura scientifica che lega  i chili di troppo a disturbi cardiaci e diabete solo per citare due pericolosissime patologie. Camminare almeno 30 minuti al giorno aiuta a tenere il peso sotto controllo e ad allontanare sia problemi di schiena che molti altri e più seri problemi di salute. Se odiate fare esercizio e siete tendenzialmente pigri, camminare è un’ottima alternativa con innumerevoli benefici.

In più se siete miei clienti o programmate di diventarlo, camminando risparmierete tempo e denaro sul vostro piano di cura!

Bibliografia

https://www.nice.org.uk/guidan...

http://americanpainsociety.org...

http://www.heart.org/HEARTORG/...

https://www.healthambition.com...